Fa male l’olio di palma?

Fa male l’olio di palma?

E’ attiva da ormai diverso tempo, la discussione su chi sostiene che l’olio di palma faccia male alla salute e chi sostiene innocuo quest’olio per motivi strettamente alimentari. L’olio di palma si ricava dai frutti dell’arbusto Elaeis Guineensis. È di origine vegetale ed è un prodotto economico rispetto agli altri olii presenti in commercio. Esso viene impiegato nell’industriale alimentare, nella processo di trasformazione in particolare per quelli da forno. Il dibattito acceso è sul processo di raffinazione a cui viene sottoposto, considerato cancerogeno e molto dannoso per la salute, specialmente quella dei bambini. Vi è un’altra parte, quella dei sostenitori dell’olio di palma, che afferma la bontà di questo prodotto paragonato all’olio d’oliva.

olio di palmaL’olio di palma fa male alla salute?

Questo prodotto si ricava dai frutti della palma che vengono sterilizzati, snocciolati, cotti, pressati e filtrati. L’olio prodotto da questo processo ha un colore rosso tenue, un sapore dolciastro. Quando quest’olio viene raffinato, il suo colore tende al giallo. L’olio di semi di palma si produce dai semi del frutto, con il risultato più vicino al colore dell’olio d’oliva. L’olio di palma viene usato nell’industria alimentare per i prodotti da forno, dolci in particolare si trova nei prodotti che piacciono tanto ai bambini. L’EFSA ha analizzato i dati contenuti nelle ricerche e nei test specifici, valutandone la tossicità. Il risultato è stato che sono presenti almeno tre sostanze pericolose (ci sono anche negli altri oli vegetali). Quando le temperature superano i 200°C nel processo di raffinazione, possono trasformarsi in potenziali agenti tossici per l’organismo. Gli organi esposti a questo rischio sono reni, genitali maschili, stomaco. Altri studi condotti da AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro), hanno invece scongiurato qualsiasi rischio cancerogeno, in quanto questi oli sono simili a tutti gli oli vegetali, per cui hanno tutti lo stesso grado di rischio. Tema centrale di ogni discussione sono gli agenti contaminanti che possono prodursi in seguito alla raffinazione. Quindi sotto osservazione non sono tanto le materie prime, ma i processi di trasformazione delle aziende.

In quali alimenti vi è l’olio di palma? Cosa dobbiamo far mangiare ai bambini?

Latte in polvere (alcuni), margarina, prodotti da forno (merendine, biscotti, snack), patatine, creme spalmabili, sono tra i principali e più diffusi prodotti contenenti olio di palma. Per quanto riguarda l’alimentazione dei bambini, più che preoccuparsi di quale cibo introdurre nell’alimentazione, occorre concentrarsi sullo stile alimentare giornaliero. I bambini sono divoratori di merendine, creme spalmabili e patatine, per cui sono alimenti che mangerebbero ogni giorno. Sarebbe consigliabile sceglierne uno di questo alimenti da consumare durante la giornata, solo per una volta associando una dieta ricca di frutta, verdura, fibre, prodotti naturali. Meglio una crostata fatta in casa che una merendina. Ricordarsi sempre che la buona salute inizia a tavola, con la consapevolezza di mangiare poco, sano e bene!

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *