Alghe. Non solo pesce, la salute vien dal mare

Alghe. Non solo pesce, la salute vien dal mare

Quando si parla di alimentazione e mare, subito pensiamo al pesce, ai molluschi, ai frutti di mare, al famoso omega3.

In realtà il mare fornisce altri cibi, forse meno conosciuti dai popoli occidentali, ma molto diffusi in Oriente, usati spesso sia in cucina che per le terapie mediche topiche per curare malanni di stagione. Se pensiamo alle alghe del mare, non riusciamo ad identificare i nutrienti contenuti, non pensiamo alle proprietà benefiche o addirittura non pensiamo quali cibi potrebbero sostituire. In verità le alghe sono considerate alimenti straordinari, ricchi di vitamine, minerali ed antiossidanti.

alghe per curarsiDa molti considerati l’alimento del futuro, tanto che durante Expo 2015 sono state studiate dagli scienziati di tutto il mondo e preparate dai migliori chef pluri stellati. La carenza di cibo nel futuro, porterà alla scoperta di alimenti già presenti in natura, che si riproducono spontaneamente. Le popolazioni del Giappone, in antichità le usavano come medicinale, nutrimento e concime per i terreni.

Le alghe marine contengono la clorofilla ed il loro colore dipende proprio da questa sostanza e dalla profondità del mare in cui crescono. Si suddividono in alghe verdi, rosse e brune. I maggiori produttori si trovano in Giappone, in Francia, in Irlanda ed nei Paesi Scandinavi. In commercio si acquistano in erboristeria, nei supermercati specializzati, si trovano disidratate, per cui devono essere consumate cotte o bollite. Tutte contengono magnesio, sodio, potassio, calcio, fibre, ferro, hanno effetti diuretici e si possono usare nelle principali diete dimagranti.

La Spirulina

Prende il nome dalla particolare forma a spirale, di colore verde tendente all’azzurro, di sapore dolce ha effetti diuretici e depurativi. Molto usata dai vegani e dagli sportivi per il suo contenuto proteico, le vitamine del gruppo B ed A.

Alga Nori

Mangiando il sushi maki, ci siamo accorti dell’alga che avvolge il pesce. Quest’alga è la nori, ottima per condire legumi, o ingerita con un po’ di limone o soia. Ha un elevato contenuto proteico, oltre ad essere ricca di vitamina A, C, B1 ed omega3. Molto utile per contrastare gli eccessi dovuti al colesterolo, contiene la taurina.

Wakame

Viene impiegata per prevenire l’osteoporosi. Infatti, è ricca di calcio e magnesio, consigliato per le donne ed i bambini. Contiene la fucoxantina, adatta per chi soffre di cali glicemici e per il diabete.

Arame

Un’alga ricca di potassio, iodio, calcio e magnesio. Dotata di un forte potere antivirale, aiuta l’organismo a rinforzare il sistema immunitario. Viene impiegata per regimi alimentari in cui è fondamentale controllare e mantenere costante il peso corporeo.  Ha un gusto delicato, gradito dai popoli occidentali. Viene chiamata Quercia Marina.

Dulse

Tipico colore rosso, ricca di ferro, potassio e magnesio. Ha un gusto piccante, adatto per i casi di anemia, durante l’inverno per prevenire i malanni di stagione.

Kombu

È utile per la sua funzione depurativa e per regolare la pressione arteriosa. Ha un’azione anticoagulante per cui previene le trombosi. Molto usata per ridurre il senso di fame, ha un sapore dolce, in cucina viene impiegata come condimento di zuppe e brodi, per arricchire di calcio il latte di soia. Una curiosità: bastano 10 gr. di kombu per avere lo stesso apporto di sostante nutritive di 2,5 kg di ortaggi.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *